recipes

Crostata di marmellata

Ricetta per un classico italiano e per fare una sana colazione

Ingredienti:

  • 250 gr di farina 00
  • 100 di burro
  • 100 di zucchero
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • marmellata q.b.
  • scorza di limone o arancia

Preparazione:

Tirare fuori 10 minuti prima dal frigo burro e uova. Mettere in un ampia ciotola la farina e il burro tagliato a dadini. Impastare con le mani fino ad ottenere un impasto sabbioso. Dopodiché aggiungere zucchero, pizzico di sale e grattugiare la scorza di limone o arancia a proprio piacimento. Impastare il tutto energicamente per ottenere un impasto omogeneo e non appiccicoso (aggiungere in caso un po di farina). Appiattire leggermente e avvolgere nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo almeno 30 minuti.

Passato questo tempo separare 1/3 dell’impasto e il restante stenderlo uniformemente (ideale tela rotonda da 27 cm); cospargere il fondo con la marmellata e con il terzo restante formare delle strisce e decorare la superficie della torta (come da immagine).

Mettere in forno preriscaladato (170º) per 45-50 minuti. Verificare con uno stecchino e aspettare che la superficie della torta sia ben dorata.

Buon appetito!!

Annunci

Tarte Flambée o Flammkuchen

La tarte flambée o Flammkuchen, come si può intuire dal nome, è una specialità francese e tedesca, che si differenzia per il tipo di farcia, che varia da regione a regione. La base è un impasto preparato con sola farina, olio d’oliva, sale e acqua, senza lievito. Quindi non ha bisogno di alcun tempo di riposo.

Per la base:
250 g di farina 00
50 ml di olio d’oliva
1 pizzico di sale
150 ml di acqua tiepida

Per la farcitura:

Classica
3 cipolle rosse
100 g di speck
quark o panna acida
1 cucchiaio di olio
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.
erbette (facoltative)

Tempo di preparazione: 25 minuti
Tempo di cottura: 9 minuti a 240 gradi

oppure col forno ferrari 4 minuti

Per preparare la tarte flambée, mettete la farina in una ciotola insieme all’olio, al sale e a parte dell’acqua tiepida ed iniziate ad impastare con le mani. Aggiungete altra acqua fino ad ottenere un impasto non appiccicoso. Trasferite sulla spianatoia ed impastate per renderlo liscio ed omogeneo. Quindi dividetelo in due o più parti. Stendete ogni pezzo su una spianatoia infarinata, fino a quando sarà sottilissimo, ca. 1 mm di spessore. Trasferite su una teglia foderata con carta da forno. Preriscaldate il forno a 240 gradi.
Affettate le cipolle e mettete da parte. Tagliate lo speck a striscioline e mettete da parte.
In una ciotola versate quindi il quark o la panna acida, aggiungete sale, pepe, noce moscata ed eventuali erbette aromatiche e mescolate per amalgamare.
Stendete uno strato di questa farcia su ogni base. Quindi farcite con gli anelli di cipolla e la pancetta. Infornate a 240 gradi, al livello più basso, per ca. 9-10 minuti.

Ovviamente si possono inventare tanti tipi di flammkuchen, pomodoro e mozzarella, zucchine e quark, ricotta e pomodoro, patate e cipolle e cosi via.

zucchine e quark

pomodoro e mozzarella

Varianti di hummus

Oltre all’hummus di ceci tradizionale, esistono numerose varianti da preparare con l’aggiunta di altri ingredienti che servono a rendere l’hummus colorato e ancora più saporito.

Hummus di Barbabietola rossa

Ingredienti:

1 scatola di ceci precotti
1/2 cipolla
3 cucchiai di tahini
il succo di mezzo lime
150gr di barbabietola rossa precotta
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaino di sale
Olio extravergine q.b.
acqua q.b.
Preparazione:
Unite tutti gli ingredienti, tranne l’acqua e l’olio, in un mixer e frullate bene.
Unite olio e acqua per donare all’hummus la giusta consistenza e cremosità.

Hummus alle carote

Ingredienti:

Ceci (1 barattolo di quelli precotti)

Pasta tahina (2 cucchiai da tavola)
Succo di limone (1)
Carote (4)
Olio evo (2 cucchiai da tavola)
SaleAcqua (qb) Preparazione:

Lavate e pelate le carote, tagliatele a rondelle e mettetele in forno a 200° con olio e sale. Fate cuocere per circa 1 ora. Il tempo dipende dallo spessore delle rondelle, dovranno comunque essere morbide.

Nel frattempo preparate la base di hummus. Nel bicchiere del frullatore o in un contenitore adatto al minipimer, mettete i ceci (scolati del loro liquido e sciacquati), il succo di limone, la pasta tahina, olio e sale. Frullate, se necessario aggiungete dell’acqua tiepida, quanto basta per potere frullare il composto. Tenete presente che non dovrà essere cremoso, per cui non abbondate con l’acqua… farete sempre tempo ad aggiungerla.

Se preferite un hummus classico, vi potete fermare qui, mettere in una ciotola e guarnire con una spolverata di paprika dolce ed un filo d’olio. In abbinamento, come aperitivo, potete servire pita, grissini o verdure tipo pinzimonio.

Per proseguire nella variante alle carote, quando saranno cotte, toglietele dal forno ed aggiungetele all’hummus. Frullate il composto per amalgamare e versate in una ciotola con un filo d’olio per guarnire.

In un contenitore ermetico, durerà anche 4/5 giorni in frigorifero.

Hummus di piselli

Ingredienti:

piselli cotti circa 250 gr
2 cucchiai succo di limone
2 cucchiai tahin
2 cucchiai olio evo
paprika
pomodori secchi
pane con tanti semini di cereali
Preparazione:

Tale e quale all’hummus di ceci: frulliamo i piselli, aggiungiamo il succo di limone, il tahin e l’olio evo. Rifrulliamo (io ho dovuto aggiungere un po’ d’acqua perchè era troppo denso) e spolveriamo di paprika.

Hummus alla zucca

Ingredienti:

500 gr di zucca pulita

2-3 cucchiai tahina
2 cucchiai di olio d’oliva
sale
pepe
una manciata di prezzemolo fresco
peperoncino

 Preparazione:
Sbucciate la zucca e tagliatela a piccoli pezzi.
Fatela stufare in padella con un filo d’olio e mezzo bicchiere d’acqua fino a quando è tenera.
Trasferitela in un contenitore alto e stretto, aggiungete la tahina, l’olio, il sale e il pepe e frullate fino ad ottenere un composto morbido.
Aggiungete altro olio o acqua se necessario.
Mettete in una ciotola, condite a piacere con peperoncino e prezzemolo fresco e servite.

Hummus di fagioli neri

Ingredienti:

100 g di fagioli neri secchi o in scatola
1 spicchio d’aglio piccolo
1 cucchiaio di tahina (circa 40 g)
1 pizzico di paprika forte
Succo di mezzo limone
10 g di olio extravergine di oliva
Prezzemolo o coriandolo a piacere
Sale q.b.
Preparazione:
1. Mettere i fagioli neri secchi in ammollo per almeno 8 ore (io li lascio una notte), cambiare l’acqua ossia sciacquarli e ricoprirli nuovamente e poi cuocerli per un’ora, un’ora e mezza (il tempo dipende dai fagioli). 2. Una volta pronti lasciarli raffreddare per un’oretta poi scolarli (ma non troppo, per cui lasciare un pochino di liquido di cottura) e metterli nel frullatore con il succo di limone, l’aglio, la tahina e il sale. Qualora l’hummus risultasse troppo secco aggiungere altra acqua di cottura. 3. Una volta pronto il composto, far riposare in frigorifero per almeno un’ora, in modo tale che tutti i sapori si amalgamino. 4. Condire con un filo d’olio extravergine di oliva e per chi vuole si può aggiungere anche qualche foglia di coriandolo o prezzemolo che io invece metto solo alla fine assieme a qualche fagiolo intero. 5. Servire accompagnato da pane azzimo, pane arabo leggermente scaldato o crostini a piacere.
Preso da https://www.greenme.it/mangiare/vegetariano-a-vegano/15994-hummus-ricette-varianti

Pasta alla zucca

Ingredienti:

  • mezza zucca
  • 1 cipolla
  • pomodori secchi
  • olio
  • sale
  • pepe e peproncino

Procedimento:

In una pentola far soffriggere le cipolle tagliate fini. Intanto tagliare la zucca a pezzetti e i pomodori secchi e aggiungerle alle cipolle quando rosolate, il sale e il pepe. Cuocere bene la zucca e quando cotta prenderne più della metà e mixerarla facendola diventare una crema.

Quando la pasta è pronta, fatela cuocere ancora un minuto nella pentola con la zucca e la crema (lasciando un po di acqua di cottura della pasta).

ps se volete aggiungete poi freschi del formaggio come ricotta, mozzarella o philadelphia

Guten appetit!

Pasta con melanzane, pomodoro e ricotta

Ingredienti:

  • 1 melanzana e 1/2 ogni due persone
  • passata di pomodoro
  • 2 cipolle piccole
  • olive nere
  • ricotta
  • olio evo quanto basta
  • peperoncino q.b.

Procedimento:

Tagliare le melanzane a strisce molto fini e fatele rosolare con un po d’olio e le cipolle. Quando sono pronte aggiungere le olive, il peperoncino, un cucchiaio di passata e un cucchiaino di ricotta. Fate cuocere a fuoco medio basso finche le melanzane non saranno pronte. Per ultimo aggiungere tutta la passata e continuare la cottura a fuoco basso. Quando la pasta sarà pronta scolatela e aggiungetela al sugo per 2 minuti. Per ultima cosa aggiungete un po di ricotta fresca nel vostro piatto.

Buon appetito!

  

Spaghetti alle zucchine

Ingredienti:

  • 2 zucchine
  • 1 cipolla 1/2
  • olio
  • sale
  • pepe

Procedimento:

In una pentola far soffriggere le cipolle tagliate fini. Intanto tagliare le zucchine con un pela verdure, in modo da ottenere strisce sottili. Quando le cipolle sono rosolate aggiungerci le zucchine, il sale e il pepe e cuocere per 10 minuti.

Quando la pasta è pronta, fatela cuocere ancora un minuto nella pentola con le zucchine (lasciando un po di acqua di cottura della pasta).

ps se volete aggiungete anche dei pomodori secchi e del formaggio come ricotta, mozzarella o philadelphia

Caponata Light

La caponata siciliana è un antipasto ma anche un contorno. La sua storia, la ricetta autentica e perfino l’etimologia della parola sono circondate da un velo di mistero. Esistono diversi filoni di pensiero circa l’etimologia della parola caponata: secondo alcuni deriverebbe dal termine “capone”, un pesce oggi conosciuto come lampuga, che insieme alla salsa agrodolce tipica della caponata era un piatto diffusissimo nelle cucine aristocratiche. Oggi la caponata è diffusa nella sua versione vegetariana, dove il pesce capone è stato abilmente sostituito dalle melanzane fresche. C’è chi però sostiene che la parola caponata derivi da “caupone”, il nome usato per indicare le antiche taverni dei marinai, dal latino caupona che vuol dire proprio osteria.

Ingredienti:

  • 400 gr di melanzane
  • 1-2 cipolle medie
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 coste di sedano tagliate a dadini
  • 1 manciata di olive nere denocciolate
  • 180 gr di pomodorini o concentrato di pomodoro
  • 1 pizzico di peperoncino
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 3 cucchiai di aceto di vino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Tagliare le melanzane e la cipolla a dadini e versare l’olio in una padella antiaderente, aggiungere le melanzane e la cipolla e cuocere per 15 minuti finché diventano tenere. Aggiungere un po’ d’acqua per evitare che si attacchino.

Quando sono cotte aggiungere il sedano (previamente cotto in un’altra padella), i pomodorini, il peperoncino.

Far cuocere per 15 minuti mescolando ogni tanto. Infine unire i capperi sciacquati, le olive, l’aceto, lo zucchero, il pepe e il sale fino a quando la cottura non sarà ultimata.

Si possono aggiungere alla ricetta anche zucchine e peperoni.

La caponata si può servire fredda o calda a secondo dei gusti.

 

Pollo con cumino

Ricetta per cucinare il pollo molto facile e squisita

Ingredienti:

  • 400 gr di Pollo
  • 1 cucchiaio cumino
  • 2 cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaino di limone
  • 1 aglio

Procedimento:

Tagliare il pollo a cubetti e metterlo in una padella con il resto degli ingredienti: cumino, limone, sale, aglio e olio. Lasciare marinare per 5-6 e poi iniziare a cuocerlo a fuoco lento per una mezz’oretta.

Verdure in padella

Ricette semplici per preparare le verdure

Ingredienti:

  • Verdure (scarola; zucchine, zucca, finocchi o qualsiasi altro di vostra scelta)
  • cipolle o aglio
  • q.b. pomodori secchi se si vuole
  • olio
  • q.b sale
  • peperoncino o pepe
  • q.b. zenzero

Preparazione:

Prendete la verdura e tagliatela a dadi o rompetela nel caso della scarola. Nella stessa pentola aggiungete le cipolle o l’aglio, il sale, lo zenzero, il peperoncino e l’olio, lasciate che il tutto si cuocia et voila la ricetta è pronta!

wp-1452025222106.jpeg