Secondi

Tarte Flambée o Flammkuchen

La tarte flambée o Flammkuchen, come si può intuire dal nome, è una specialità francese e tedesca, che si differenzia per il tipo di farcia, che varia da regione a regione. La base è un impasto preparato con sola farina, olio d’oliva, sale e acqua, senza lievito. Quindi non ha bisogno di alcun tempo di riposo.

Per la base:
250 g di farina 00
50 ml di olio d’oliva
1 pizzico di sale
150 ml di acqua tiepida

Per la farcitura:

Classica
3 cipolle rosse
100 g di speck
quark o panna acida
1 cucchiaio di olio
sale q.b.
pepe q.b.
noce moscata q.b.
erbette (facoltative)

Tempo di preparazione: 25 minuti
Tempo di cottura: 9 minuti a 240 gradi

oppure col forno ferrari 4 minuti

Per preparare la tarte flambée, mettete la farina in una ciotola insieme all’olio, al sale e a parte dell’acqua tiepida ed iniziate ad impastare con le mani. Aggiungete altra acqua fino ad ottenere un impasto non appiccicoso. Trasferite sulla spianatoia ed impastate per renderlo liscio ed omogeneo. Quindi dividetelo in due o più parti. Stendete ogni pezzo su una spianatoia infarinata, fino a quando sarà sottilissimo, ca. 1 mm di spessore. Trasferite su una teglia foderata con carta da forno. Preriscaldate il forno a 240 gradi.
Affettate le cipolle e mettete da parte. Tagliate lo speck a striscioline e mettete da parte.
In una ciotola versate quindi il quark o la panna acida, aggiungete sale, pepe, noce moscata ed eventuali erbette aromatiche e mescolate per amalgamare.
Stendete uno strato di questa farcia su ogni base. Quindi farcite con gli anelli di cipolla e la pancetta. Infornate a 240 gradi, al livello più basso, per ca. 9-10 minuti.

Ovviamente si possono inventare tanti tipi di flammkuchen, pomodoro e mozzarella, zucchine e quark, ricotta e pomodoro, patate e cipolle e cosi via.

zucchine e quark

pomodoro e mozzarella

Annunci

Asparagi gratinati prosciutto e formaggio

asparagi

Si possono utilizzare sia gli asparagi verdi che quelli bianchi, ma la ricetta è deliziosa anche se preparata con gli asparagi selvatici.

Ingredienti: Asparagi, olio di oliva, fette di prosciutto e fette di formaggio tipo provola o a vostro piacimento. Lavate e lessate gli asparagi in acqua salata. Quando gli asparagi saranno cotti, ossia quando la loro punta risulta tenera ma ancora croccante, scolateli con delicatezza e freddateli. Nel frattempo oleate una placca da forno con dell olio di oliva e sistemate gli asparagi che avrete avvolto, una volta freddi, con formaggio e prosciutto. Cuocete in forno preriscaldato a 180º per 15 minuti. Servite caldi e buon appetito.

Frittata di primule

img_20160325_222001.jpg

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 uova
  • Cucchiaio di raso di farina
  • 4 manciate di primule fiori e foglie
  • Viole solo fiore con gambo
  • sale pepe
  • cipolla
  • olio di friggitura

Preparazione:
Pulire le piante di primule e le viole (solo il fiore con gambo); lavare foglie novelle e fiori e tritarle. Mettere il trito nella padella antiaderente con un filo d’olio e fare appassire il tutto per qualche minuto.a composto freddo unirlo alle uova precedentemente sbattute con un po di cipolla e un cucchiaio di raso di farina, aggiungere una presa di sale di sale e pepe. amalgamare bene.

Il tutto deve essere abbastanza liquido che si allarghi in padella.

Riungere la padella antiaderente, ad olio caldo versare il composto e friggerlo circa 10 minuti per lato.

primule viola

Funghi Fritti

funghi-fritti-iI funghi fritti sono una ricetta classicissima del Piemonte.

Se raccogliete molti funghi potete congelarli. Separate i gambi dalle cappelle e tagliate i funghi in fette non troppo grandi e passateli nella farina. Dopodiché congelateli. Passarli prima nella farina permetterà che le fette rimangano separate.

Quando decidete di cucinarli cuoceteli congelati, non aspettate che si scongelino!

Ingredienti per i funghi fritti (4 persone)

  • funghi porcini 500 g.
  • farina q.b.
  • uovo 1
  • pane grattugiato q.b.
  • olio q.b.

Scegliete dei funghi porcini sani e puliteli bene. Separate i gambi dalle cappelle.

Prendete le fette e infarinatele (se non le avete fatte congelare prima), passatele nell’uovo e per finire panatele nel pane grattato, fatto questo non rimane che metterle in padella nell’olio bollente.

Lasciate indorare bene le cappelle dei funghi e poi tiratele su con con una schiumoira, scolate l’olio e passatele un un foglio di carta assorbente da cucina, salatele e servitele bollenti

La Polenta

SAMSUNG

Ingredienti

Acqua 2 lt; Olioextravergine di oliva, 1 cucchiaio; Salegrosso, 1 cucchiaio raso; Farinadi mais bramata, 1/2 kg

 Preparazione

Per preparare la polenta iniziate mettendo su fuoco vivo una pentola con l’acqua salata e portatela ad ebollizione. Aggiungete quindi un cucchiaio raso di sale grosso, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva e la la farina gialla un pò alla volta, molto lentamente per non provocare la formazione di quei fastidiosi grumetti chiamati in gergo tecnico “fraticelli”, e iniziate a mescolare il tutto con un bel mestolo di legno.

Continuate a mescolare sempre nello stesso verso, miscelando lo strato più profondo con quello più superficiale fino ad amalgamare il composto per bene. Se la polenta comincia a diventare troppo dura e compatta, allora aggiungete un mestolo d’acqua calda per renderla più morbida. Dopo circa 40 minuti, durante i quali voi avrete continuato a girare imperterriti la polenta, questa inizia a staccarsi dai bordi della pentola ed in teoria potrebbe già essere servita in tavola, se volete una poleta più solida continuate la cottura per altri 20 minuti. Terminata la cottura, la polenta se solida si versa sul tradizionale tagliere in legno e si porta in tavola calda, già tagliata a fette, se più liquida si versa dentro un recipiente per poi essere servita col mestolo.

La polenta si può poi mangiare con il formaggio (gorgonzola, stracchino, parmiggiano, etc) o con la salsiccia ed anche aggiungendo sapori dolci come per esempio la marmellata.

SAMSUNG

Polenta e salsiccia

SAMSUNG

Polenta e gorgonzola

Polenta e salsiccia

Polenta e salsiccia

Ecco gli ingredienti per il sugo con la salsiccia

  • 150 g di salsiccia
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Pepe nero macinato al momento
  • 50 ml di vino bianco secco
  • 250 ml di passata di pomodoro

Preparazione

  • Sbriciolare la salsiccia rimuovendo il budello in cui è insaccata.
  • Lavare il rosmarino, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere.
  • Pulire lo scalogno e tritarlo finemente.
  • Mettere in una padella l’olio, lo scalogno tritato e portarla sul fuoco.
  • Far dorare lo scalogno dolcemente, quindi alzare la fiamma ed unire la salsiccia, un cucchiaino di rosmarino tritato, una grattugiata di pepe e farla uniformemente colorire a fiamma media.
  • Unire il vino e fa evaporare a padella scoperta. Inclinarla da un lato e con un cucchiaio togliere il grasso in eccesso.
  • Unire la passata di pomodoro, lasciar riprendere calore e cuocere per 20 minuti a fiamma bassa coperto.
  • Quando il sughetto sarà pronto preparare la polenta. Mettere a bollire una capace pentola con l’acqua, verificandone l’esatta proporzione sulla confezione del tipo di farina utilizzata. Unire il sale grosso, l’olio extravergine di oliva e versare a pioggia la farina mescolando continuamente con una frusta per evitare che si formino grumi. Cuocere mescolando continuamente a fiamma media per il tempo indicato per il tipo di farina scelto. Verso fine cottura unire il Parmigiano grattugiato.
  • Quando la polenta è pronta suddividerla fra due piatti, appiattirla con un cucchiaio e porre al centro di ognuno una porzione di sugo. Cospargere con le scaglie di Parmigiano Reggiano e servire immediatamente.

Al giorno d’oggi, le ricette a base di polenta sono veramente tantissime e tutte buonissime: dalla polenta fritta, alla polenta osei, per concludere con le famose polente concia taragna.